1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)
Haegen, Immortal Lands

ETICHETTA: Cimbarecord

CITTÀ: Bologna (Italia)

GENERE: Hard Rock

LINE UP:

  • Maurizio "Evil Mala" Malaguti (voce)
  • Alessio "Amos" Amorati (chitarra)
  • Federico "Freddy V" Veratti (chitarra)
  • Gabry "The King" Ravaglia (basso)
  • Andrew Gunner (batteria)

Non potete immaginare la mia espressione quando ho letto che i Rain avrebbero inciso una cover di Disperato Erotico Stomp. Innanzitutto, si tratta di un brano di Lucio Dalla che amo molto; in seconda istanza, coltivo una simpatia personale verso il gruppo dai tempi del Metal For Emergency dell'anno scorso, sul palco con l'arduo compito di supportare Pino Scotto. Gente in gamba, 'sti bolognesi.

Ciononostante, la mia predisposizione naturale al pessimismo mi ha portata a formulare i seguenti criteri:

  1. Postulato numero 1: le cover metal riescono bene in rarissimi casi (non citerò gli innumerevoli album natalizi realizzati da artisti rock e metal, perché vivere fa già male abbastanza); nel migliore dei casi peggiori escono cose alla Danny Metal, carine, ma pressoché indifferenti dal secondo ascolto in poi;
  2. Postulato numero 2: una cover dovrebbe riuscire a mantenere lo spirito del pezzo originale, rielaborandolo con un approccio diverso. Guardiamo queste due versioni di Cloudbusting1, uno dei brani più famosi della dea indiscussa, regina dell'universo, madre dei draghi e delle pose drammatiche Kate Bushquella artpop/r'n'b di Solange Knowles rimane di poco invariata nella struttura, ma l'espressività del cantato rende differente il messaggio che il testo veicola; di contro abbiamo Anneke Van Giersbergen, con un pezzo acustico di sola voce e chitarra, che bilancia una parte strumentale scarna ad un'esecuzione vocale ricca, ma fedele nell'intensità al riferimento iniziale.

Il racconto di tipi urbani e fallimenti sentimentali è declinato nel heavy 'n' roll scanzonato stile Rain, un po' Anni Ottanta, un po' Motörhead. Nessun picco creativo, per una cover che riesce però a distinguersi grazie alla genuinità del tributo tra concittadini e per la freschezza dell'idea di ripescare un pezzo insolito.

Merita una nota a parte il video, che ripercorre i luoghi della Bologna popolare. Nessuna puttana ottimista e di sinistra, ma tanti volti veri che caratterizzano lo spirito conviviale della città attraverso le parole del suo cantautore preferito. Nel lato B, Black Ford Rising, pezzo dell'ultimo album Spacepirates.

Dopo aver girato mezzo continente con W.A.S.P. e Beast In Black nel Brutalizing Europe Tour, restano altre due date per sentirveli, trovate tutti i dettagli qui e nella sezione news su www.raincrew.com.

VALUTAZIONE: 7/10

TRACKLIST:

  1. Side A “Disperato Erotico Stomp”
  2. Side B “Black Ford Rising”

  1. Non cito la versione death/doom dei Novembre in Novembrine Waltz, perché ricalca abbastanza l'originale, ma ne consiglio l'ascolto.
Rayne Colombi
Live Reporter
Nata a Bergamo poco dopo la caduta del Muro (per noi è stato un gran dispiacere, visto l'amore per l'edilizia), cresce a pane e musica classica (Donizetti, Mozart, i Pooh...) e si avvicina al metal verso i 15 anni. Dopo qualche anno in radio e la collaborazione con una webzine fino al 2015, entra nello staff di Ironfolks per abbassarne la qualità, definita troppo alta dalla concorrenza. Onnivora musicale, dice di amare la lettura ma non finsce un libro dal 2013.