1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Un pretesto per parlare dei festival nel Sud Italia, considerazioni e speranze

Sebbene la Basilicata sia a pari merito con l'Abruzzo (ma sempre dietro al Molise) per la marginalità nell'elenco delle regioni italiane da conoscere a memoria e sia noto che l'Italia per buona parte dei gruppi internazionali si fermi alla latitudine di Roma, è giusto, anzi, necessario ricordare che il metal è attivo anche sotto il Sacro Meridiano Padano e (r)esiste nonostante la trap italiana, Sfera Ebbasta e la Dark Polo Gang.

Siccome noi di IronFolks siamo generalmente polentocentrici, vorremmo dedicare più spazio alle realtà del Centro e del Sud Italia, soprattutto quando di mezzo ci sono festival della caratura del BMF.
Sono pochi i festival estivi rimasti, facendo il conto, di grossi quest'anno rimangono soltanto1 l'Agglutination, il South’s Cheyenne International Bike Show & Metal /Rock Festival e il VastonHate (di grandezza minore, però fanculo, hanno portato gli Schizo, quindi basta per farsi pippe atomiche) e appunto, il Basilicata Metal Fest. Nel novero non si contano entità minori tipo il No Limits Metal Fest, per ovvie ragioni di rilevanza internazionale, però verranno elencate in fondo all'articolo.
"Ehi, ma il Sikelian Hell?" Cancellato nel 2010.
"Metalcamp Sicily?" L'ultima notizia a riguardo è questa risalente al 5 febbraio 2015.
"Armageddon In The Park? Il Total Metal Festival?" Ehm...
I festival muoiono anche al Nord - parlate a una bergamasca che ancora veste a lutto per il Fosch Fest (scusate, mi è entrata una bruschetta nell'occhio) – però la situazione al Sud non è da sottovalutare, soprattutto perché urge sopperire alla negligenza dei grandi act che, per motivi di varia natura e per certi versi comprensibili, non frequentano il Mezzogiorno. Si sono visti tempi migliori, (anche se da ottobre in poi la situazione migliora, coi festival invernali organizzati nei club), senza dubbio, ma lo spirito è vivo, anche se costringe gli amici del Sud a farsi diversi chilometri per salire nelle Terre delle Nebbie o ad organizzarsi in proprio e, auspicabilmente, a partecipare in massa agli eventi disponibili nella propria zona.
Essere metallari è una vita in salita, ma la gente che non sa com'è non ha idea di cosa si perde.
Curiosità: le band attive nel Sud Italia (Lazio escluso, si scende fino alla Sicilia e si comprende la Sardegna) secondo Metalarchives sono 6782.

Questo però era un articolo sul Basilicata Metal Fest, quindi procedo a girarvi quanto mandano gli amici lucani:

"L'ass.ne ASTARTE è lieta di annunciare il bill completo che prenderà parte alla terza edizione del Basilicata Metal Fest, che si terrà a Matera sabato 29 luglio 2017, in una Location d'eccezione "La Cava del Sole". Il Bill prevede l'apertura del Festival a partire dalle ore pomeridiane. Apertura cancelli ore 17:00. I primi a salire su Palco del BMF3 saranno gli IMPLODEAD, da Bari. Il loro Death Metal granitico, e le loro performance LIVE sono ormai un marchio di Fabbrica. Punto d'unione con il resto del bill sono i CANCRENA. Vi ricordate il Thrash metal, quello vero? Bene vi faranno tornare indietro negli anni per assaporare melodie, non lontane da quelle della Bay Area degli anni d'oro. A seguire i Tales of Deliria. Con alle spalle produzioni di puro Death Melodico di stampo nordico, tecnico, veloce e coinvolgente, provenienti anch'essi dalla Puglia. E' il momento dei Lucani ECNEPHIAS attivi da ormai 20 anni, che propongono un sound melodico e potente al tempo stesso, freschi del nuovo album: The Sad Wonder of the Sun. Il sipario si riapre con i CADAVERIA, band culto del horror mteal Italico, capitanati dalla stessa Cadaveria fondatrice della band insieme a Flegias agli inizi del 2000, dopo aver lasciato gli Opera IX. Dopo l'uscita nel 2014 di Silence full length pieno d'atmosfera e di EP e singoli, cavalcheranno il palco del BMF, sicuri di una presenza scenica senza eguali come ci hanno abituati ormai da anni. Le atmosfere si fanno sempre più cupe, calano le luci della sera. E' il momento dei Goblin di Claudio Simonetti. Storici fautori di sonorità horror. Orgoglio Italiano nel mondo. Le loro atmosfere ci ricordano gli anni 70 il progessive rock ma non solo. Quante volte abbiamo visto Profondo Rosso, Suspiria, Phenomena? Le atmosfere delle melodie create dai Goblin, rimangono impresse per sempre. Quale migliore Location per rappresentarle? E per chiudere il Festival, un ospite d'eccezione: Uli Jon Roth. Il Mitico chitarrista ex SCORPIONS, una leggenda vivente. Non basta una chitarra dedicata a lui, non bastano gli album incisi con gli Scorpions, le decine di collaborazioni con i migiori chitarristi del pianeta, non basta essere considerato pioniere di tecniche chitarristiche. NO. Ad accompagnare Uli, la formazione che ha seminato il panico al Wacken open air Festival del 2015. Cosa ci suonerà? Il meglio delle canzoni scritte con gi Scorpions, sino al fenomenale Tokyo Tapes. Da non perdere! La giornata sarà accompagnata da una diretta streaming su canale youtube dei momenti salienti, ad esclusione delle band conclusive. Un regista si occuperà di estrarre dalla serata un vero e proprio docu/film poi pubblicato sui canali web. La presenza di stand di merchandising e scambio culturale allestirà il tutto.
Non mancheranno ottima birra e ottimo cibo Per ulteriori informazioni su come raggiungerci, su BUS organizzati e su dove pernottare, seguiteci sulla pagina FB ufficiale del Festival. " 

In sintesi, quest'anno il BMF vi sbatte sul muso un cartellone da paura, con artisti che sarebbe inutile citare nuovamente.
Un grazie all'Associazione Culturale Astarte per essersi occupata dell'organizzazione di questo evento, IronFolks ci sarà col pensiero.
Per ulteriori info: https://www.facebook.com/events/148971955649070/?fref=ts

BONUS

Come promesso, eccovi alcuni festival per chi non riuscisse ad essere a Matera:

Dream Rock Event 2017

III Breaking Sound Metal Fest

Hill Metal Fest 12a Edizione

Rock Metal Fest IX Edizione

Se ci fossero altre manifestazioni da aggiungere, non esitate ad inviarci date e dettagli nello spazio apposito dedicato ai commenti!


1- L'autrice spera DAVVERO di essersi dimenticata di qualche altro festival, ma la situazione sembra essere questa.

2. Per regione: Sicilia 195, Puglia 155, Sardegna 124, Campania 109, Calabria 46, Molise 27, Basilicata 22.

Rayne Colombi
Live Reporter
Nata a Bergamo poco dopo la caduta del Muro (per noi è stato un gran dispiacere, visto l'amore per l'edilizia), cresce a pane e musica classica (Donizetti, Mozart, i Pooh...) e si avvicina al metal verso i 15 anni. Dopo qualche anno in radio e la collaborazione con una webzine fino al 2015, entra nello staff di Ironfolks per abbassarne la qualità, definita troppo alta dalla concorrenza. Onnivora musicale, dice di amare la lettura ma non finsce un libro dal 2013.